TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
In Abruzzo l’arte del legno... Nel bellissimo BORGO di PRETORO / Il castello di CRECCHIO / LANCIANO e il “Miracolo Eucaristico”

1 giorno - PRANZO TIPICO INCLUSO
21 febbraio 2021

Programma

Appuntamento dei partecipanti alle 06:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di BORGO DI PRETORO. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Ha l'aspetto di un piccolo presepe incastonato tra le montagne. Immerso in un contesto naturalistico di grande fascino e dalle innumerevoli attrattive, Pretoro si mostra ai visitatori con il suo grappolo di case arrampicate sulle rocce. Le sue origini risalgono al 1600, dopo la distruzione del castello di Pretoro, arroccato sull’estremità della roccia e denominato "Castrum Pretorii de Theti".Pretoro si mostra ai visitatori come borgo medievale a forma triangolare, poiché, salendo verso la cima il paese si ristringe, assumendo quindi la forma di un grappolo con case arrampicate sulle rocce. Qui, tra vicoli strettissimi e intrecciati tra loro come un ricamo prezioso, ci aggiriamo fino a ritrovarci davanti il maestoso panorama che circonda il paese. Montagne e boschi, narrati anche nel “Centro San Domenico per la divulgazione degli aspetti culturali e naturali sul lupo, i serpenti e la storia di Pretoro”. Ciò che contraddistingue questo piccolo borgo abruzzese è l’artigianato del legno e della pietra. La lavorazione del legno è un’arte che viene praticata da moltissime generazioni. In particolare, il borgo di Pretoro è celebre per la creazione di fusi, delle tradizionali chitarre abruzzesi per la pasta, degli utensili per la cucina, nonché sedie e oggetti d’arredo. L’artigianato della pietra, invece, vede protagonista la pietra bianca della Majella, tipicamente duttile, ariosa e adatta alla lavorazione. Partenza per CRECCHIO. Qui ha sede il Castello Ducale De Riseis D’Aragona, comunemente noto come Crastello di Crecchio, dove il 9 settembre 1943 fecero tappa il re Vittorio Emanuele III, la Regina e il Principe Umberto in fuga da Roma dopo l’armistizio dell’8 settembre. Oggi il castello ospita il Museo Archeologico dell’Abruzzo Bizantino e Altomedioevale, sulle pareti scorrono immagini d’epoca che ritraggono re, regine e aristocratici dell’epoca. Pranzo presso una Cantina con visita e degustazione. Nel pomeriggio visita di LANCIANO. Tra le più grandi città d’Abruzzo, situata a circa 300 metri sul livello del mare, Lanciano deve parte della sua fama al miracolo eucaristico che si dice sia accaduto intorno alla metà dell’VIII secolo. Visita alla chiesa di S. Francesco, con il Miracolo Eucaristico, tra i pochi riconosciuti dalla chiesa cattolica, che vi è conservato e venerato. La città ha una parte moderna e una antica che si dirama sulle quattro colline circostanti su ognuna delle quali sorge un caratteristico quartiere, il quartiere di Civitanova, il quartiere Borgo, il quartiere Sacca e quello di Lancianovecchia. Il quartiere vecchio vi sorprenderà grazie al connubio tra Medioevo e Romanticismo. Un cenno di notevole interesse lo meritano la Basilica Cattedrale della Madonna del Ponte, innalzata su tre archi di un ponte risalente al periodo di Diocleziano, e la Parrocchia di Santa Maria Maggiore costruita intorno al 1200 caratterizzata dalla particolare facciata in pietra arenaria. Le Torri Montanare svettano nel contesto del tratto delle possenti mura aragonesi; devono il loro nome probabilmente alla famiglia Montanari o più probabilmente al fatto che da lì si apprezza una straordinaria vista sui massicci della Majella e del Gran Sasso da una parte fino ad arrivare al mare dall’altra. Nel giro di visita alla città si ammirerà il Palazzo del Capitano, risalente al 1800, realizzato in stile liberty, e dalla caratteristica facciata rosso scarlatto oggi sede degli uffici comunali. Ultimate le visite partenza per il rientro. Sosta per ristoro. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Min. 40 Pax) €. 85.00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Servizio Guida intera giornata – Pranzo tipico e degustazione in cantina, bevande incluse –Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce "la quota comprende"



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |