TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
SPLENDIDA UMBRIA: CERAMICA, VINO ED OLIO A DERUTA E TORGIANO / TODI “la perla dell’Umbria” – con pranzo tipico

1 giorno
26 dicembre 2020

Descrizione

TODI: Elegante città medievale, meta tra le più affascinanti dell’Umbria, TODI sorge austera e malinconica sulla cima di una collina che sovrasta la bellissima valle del Tevere. Passeggiando per le stradine di Todi, potete lasciarvi catturare dall’incanto di una città in cui si respira un’atmosfera d’altri tempi. Le attrazioni più significative sono: il Tempio della Consolazione, un'opera di importanza internazionale, considerato uno degli edifici simbolo dell'architettura rinascimentale, il progetto della sua costruzione fu attribuita al Bramante, uno dei più famosi architetti e pittori del rinascimento. A seguire la grande chiesa gotica di San Fortunato, il cui campanile a punta domina dall’alto la città. Piazza del Popolo, cuore pulsante della cittadina, ove si affacciano alcuni degli edifici più importanti del centro storico che si contrappongono, con un effetto suggestivo. Qui potrete ammirare il complesso del Palazzo Comunale, nato dall’unione del Palazzo del Popolo, il duecentesco Palazzo del Capitano e il Palazzo dei Priori. In questa città nacque uno dei primi poeti in lingua italiana: Jacopone da Todi, di cui è possibile vedere il sepolcro nella chiesa di San Fortunato. Passeggiata nei vicoli, piazze e scorci panoramici.
DERUTA: Il fiore all’occhiello di questo borgo, uno dei “borghi più belli d’Italia”, è rappresentato dalle ceramiche. Fin dal Medioevo, infatti, la maiolica derutese si distingueva come una delle più importanti produzioni ceramiche d’Italia. Il custode del patrimonio storico della maioliche è il Museo Regionale della Ceramica, che conserva oltre 6 mila opere e più di 1500 volumi sull’argomento, è il più antico museo italiano per la ceramica. A Deruta, tutto parla di vasai e dell’arte ceramica, a partire dal centro storico e della porta di San Michele Arcangelo, ai cui lati si notano i resti delle mura di cinta. Più avanti, sono visibili le strutture di alcune fornaci del Cinquecento, mentre la fontana a pianta poligonale del 1848 dà il benvenuto in piazza dei Consoli, sede dei principali edifici pubblici e religiosi. Una vera e propria chicca è il Santuario Santa Maria del Bagno, nato in seguito ad un miracolo, con mattonelle decorate murate nelle pareti: sono 700, tutte in ceramica, e ricoprono un arco di tempo di 350 anni.
TORGIANO: ha origine da un antico insediamento preromano e romano, è un borgo fortificato, posto alla confluenza dei fiumi Chiascio e Tevere, immerso fra colline di uliveti e vigneti, è stato eletto tra i “borghi più belli di Italia” ma di fatto deve oggi la sua notorietà alle ottime produzioni vinicole che l’hanno reso una delle tappe immancabili per chi in Italia fa un tour dei vini o ne vuole conoscere le eccellenze. Torgiano si è sviluppato a partire da un castello medievale di cui restano oggi solo alcune parti delle mura diroccate e una torre. Le origini di questo è nato in epoca romana e il suo torrione è dedicato a Giano, il dio bifronte, infatti si chiama Torre di Giano. Torgiano c’è un bel museo del Vino da visitare al di là che ci piaccia o no bere questo prodotto tipico italiano. Il palazzo che lo ospita risale al XVII secolo, sono stati i Lungarotti ad adibirlo a museo enologico e a renderlo uno dei più famosi in Italia nel suo genere! I Lungarotti sono una importante famiglia di viticultori della zona e lo hanno fondato nel 1974, oggi è conosciuto anche come MUVIT e ospita una vasta raccolta delle tecniche di viticoltura e della cultura vinicola presente nella nostra penisola, molti oggetti ma anche della documentazione, opere d’arte e anche di artigianato, sempre attorno al tema del vino. Un altro museo molto interessante e molto legato alla tradizione enogastronomica italiana è il MOO, Museo dell’Olivo e dell’Olio, anch’esso legato alla famiglia Lungarotti. E’ in un piccolo nucleo di abitazioni medioevali all’interno delle mura castellane e conserva documenti, incisioni, recipienti d’epoca.

Programma

Appuntamento dei partecipanti alle ore 07:30: Incontro con il pullman e partenza alla volta dell’Umbria. Arrivo, incontro con la guida e visita intera giornata di TODI, DERUTA e TORGIANO. Pranzo tipico in cantina/agriturismo. Ultimate le visite partenza per il rientro.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 80,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo - Guida intera giornata – Pranzo tipico, bevande incluse - Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita –Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |