TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
Nel polmone verde d'Italia: AMELIA - SANGEMINI - NARNI - CARSULAE

BORGHI DI INCREDIBILE BELLEZZA
14 febbraio 2021

Programma


Appuntamento dei partecipanti alle ore 08:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta dell’Umbria. Arrivo, incontro con la guida e visita intera giornata. AMELIA una piccola cittadina adagiata sulle colline umbro-laziali ricca di storia e tradizione!. A proteggere il centro storico, una vera perla del comprensorio, la cinta muraria di epoca romana. La costruzione di queste possenti mura ebbe inizio tra il III e VI secolo a.C., con blocchi di calcare massiccio poligonali incastrati a secco tra loro, sono una testimonianza della grandezza della città, tra le più antiche d'Italia. Porta Romana rappresenta l’ingresso principale alla città murata, che in totale conta sei punti di accesso. Notevoli i palazzi rinascimentali siti in particolare, Palazzo Farattini costituisce un'importante opera di Antonio da San Gallo il Giovane e rappresentò un vero e proprio studio preparatorio di quello che sarebbe diventato il più famoso Palazzo Farnese a Roma e il Palazzo Petrignani, di proprietà comunale. La chiesa di Sant’Agostino, caratterizzata da un maestoso portale a ogiva e da numerosi affreschi di Francesco Appiani. Su Piazza Marconi, che conserva ancora parte dell'originaria pavimentazione, si affaccia la Loggia del Banditore: si tratta di una tipica tribuna da cui venivano emanati gli editti e letti i bandi alla popolazione. La loggia è sormontata da un orologio e affiancata da una particolare colonna, eretta nel 1479 in onore di Stefano Colonna. Proseguendo la passeggiata per i vicoli, si giunge fino in cima al paese dove è possibile ammirare la Torre civica dodecagonale risalente all’anno Mille e l’adiacente Cattedrale dedicata a Santa Fermina, Patrona di Amelia. SAN GEMINI, un borgo arroccato, celebre per le fonti dell'acqua minerale e le sue terme. Tra le strade della cittadina si possono ammirare tante testimonianze del passato, e non a caso San Gemini fa parte della lista dei “Borghi più belli d'Italia”. L'ingresso al centro storico è segnato da Porta Romana. Attraversando questo passaggio si entra nel cuore di San Gemini, che si apre con una grande piazza, intitolata a San Francesco d'Assisi. Questa piazza è uno snodo importante, poichè collega la parte più moderna al nucleo più antico, arroccato sulla sommità del colle. Sulla piazza si affaccia la chiesa di San Francesco, un magnifico edificio del 1200 in stile gotico, al cui interno sono custoditi affreschi quattrocenteschi di scuola umbra, altro edificio degno di nota è il Palazzo Pretorio e l’annessa Torre Esperia. Palazzo Canova è stata la residenza estiva dello scultore Antonio Canova. Fuori dal centro storico, uno dei luoghi più importanti della zona è CARSULAE, dove si trovano i resti di un centro abitato romano, oggi museo archeologico. In questo luogo si può ammirare la zona del foro con i resti di una basilica e di due templi gemelli, un teatro, un anfiteatro e l'arco di San Damiano. Accanto al foro è situata la chiesa di San Damiano, edificata in epoca medievale con materiali prelevati dalle rovine carsulane. Di epoca romana è anche la Grotta degli Zingari, chiamata così per la sua forma che ricorda una grotta. In realtà si tratta di una tomba romana. NARNI, le antiche origini risalgono al 300 a.C. quando i romani si insediarono nella città, importante fortificazione per la costruzione della via Flaminia che sarà nota col nome di Narnia. splendida città medievale ricca di storia arroccata su uno sperone di roccia calcarea che domina la suggestiva gola del fiume Nera e la Conca Ternana. Nel suo piccolo centro storico, perfettamente conservato, la Narni medievale offre al visitatore atmosfere affascinanti con le sue piazze, i vicoli, le torri, i palazzi e le chiese. Piazza dei Priori, in particolare, è una delle più belle piazze medievali d’Italia: su di essa affacciano il Palazzo Comunale e la Loggia dei Priori con l’arengo del Banditore. In fondo alla piazza c’è una fontana del XIII secolo in cui confluiva l’acquedotto della Formina. Altri gioielli dell’architettura medievale: la chiesa di Santa Maria Impensole, la chiesa di San Francesco e poi il Duomo dedicato a San Giovenale, patrono della città, con il Sacello di San Cassio, sulla primitiva chiesa del VI secolo. Sulla cima della collina, a 406 mt. domina il paese la superba Rocca Alborniziana , importante fortezza di forma quadrangolare, da cui veniva esercitato il controllo delle invasioni contro lo stato pontificio. Ai piedi del colle, a cavallo del fiume Nera, si trovano i grandiosi resti del Ponte di Augusto (27 a.C.). Partenza per il rientro.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 Pax) € 55,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida intera giornata - Capogruppo.

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti - Gli ingressi nei luoghi di visita - Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |